Social Trading Italia: sfruttare la saggezza della folla

Il trading sociale permette a tutti di avere l’opportunità di avere tantissime informazioni all’interno del mercato da parte di svariate altre parti interessate. È quindi possibile dunque scambiare informazioni con le altre persone, in modo da lavorare in collaborazione per ottenere obiettivi comuni (accrescimento economico), o anche semplicemente utilizzare i dati delle proprie trades per condividerle con gli altri. Si usa dire che “Sharing is Caring” e il trading sociale funziona sulla base del social networking, della condivisione. Proprio come Facebook è una piattaforma che connette tutte le persone del mondo, le reti di trading sociale forniscono un ambiente targetizzato dove i commercianti alle prime armi ed i veterani possono scambiare dati, strategie, metodi e idee.

Leggi tutto

Bitcoin Cash: cosa sono e come funziona

Bitcoin Cash

Il Bitcoin Cash è in assoluto uno degli hard fork più famosi in assoluto, che ha dato origine alla prima grande scissione del Bitcoin.

Oggi cercheremo di capire nel dettaglio che cos’è e come funziona il famosissimo Bitcoin Cash, uno degli hard fork in assoluto più importanti del Bitcoin, che consente di ottenere recensioni ed opinioni su questa particolare criptovaluta.

Leggi tutto

Litecoin: cos’è e come funziona questa criptovaluta

Litecoin cos’è e come funziona questa criptovaluta

Le criptovalute stanno diventando in questi ultimi mesi sempre più gettonate. Non stiamo parlando soltanto del Bitcoin, ma anche di numerose altre “criptomonete alternative” tra cui è presente anche il Litecoin.

Il Litecoin è senza ombra di dubbio una delle criptovalute in assoluto più famose di sempre. Che cos’è dunque il Litecoin e come funziona, e soprattutto come è possibile trarre i massimi rendimenti economici con questa criptovaluta?

Leggi tutto

Capire come funziona il trading online

Moltissimi italiani, oggi come oggi, hanno voglia di iniziare a fare trading online. Sembra che il trading sia un modo semplice e sicuro per guadagnare soldi online. Purtroppo non è assolutamente così, anzi. Il trading non è un modo per fare soldi facili e si può arrivare addirittura a perdere soldi facendo trading. Molti di coloro che iniziano oggi a operare sui mercati non lo sanno e quindi quando capita loro una perdita pensano di essere stati truffati.

Leggi tutto

Trading Bitcoin: la guida per iniziare

Il Bitcoin è diventata senza ombra di dubbio la criptovaluta più famosa in tutto il modo, capostipite delle migliaia di altre criptovalute. Il Bitcoin nacque qualche anno fa come una criptovaluta semplicemente riservata ad una ristretta cerchia di utenti, principalmente hacker e nerd. Adesso però tuttavia la portata del Bitcoin si è espansa a vista d’occhio, in quanto il pubblico appassionato di questa criptovaluta è sempre più ampio.

Il Bitcoin si propone come un investimento simile all’Oro: quantità finita e praticamente impossibile da manipolare.

Il Bitcoin è una di quelle opportunità d’investimento che capitano una sola volta nella vita: qualcuno di voi ha mai visto un asset aumentare da 0 a 3000 dollari nel giro di qualche anno? Noi sinceramente no, e considerando che nel momento in cui toccò i 3000 dollari nel 2017, il Bitcoin aveva avuto un aumento giornaliero del prezzo dal 2010 ad 2017 pari allo 0,42%. Se dovesse continuare così, raggiungerebbe il livello di 250 mila dollari entro il 2020.

Ma andiamo al sodo e partiamo dall’inizio, scoprendo come è nato realmente il Bitcoin. Il Bitcoin è una delle criptovalute più famose di sempre, che ha dato vita a più di 1000 criptovalute, basate su di esso.

Il Bitcoin fu inventato nel 2009 da Satoshi Nakamoto, che inventò un metodo per inviare e ricevere pagamenti su rete decentralizzata. Con il termine Bitcoin si intende la tecnologia delle rete di computer connessi tra di loro, invece con bitcoin (b minuscola) si intende la valuta vera e propria (simbolo BTC).

Una delle particolarità del Bitcoin è che si tratta di una criptovaluta che è completamente decentralizzata, questo significa che non sono presenti Banche Centrali o altri tipi di entità che controllano l’emissione del denaro ed il suo relativo costo. Bitcoin è infatti una rete di pagamenti che funziona completamente da sola, in modalità decentralizzata ed indipendente, che viene distribuito attraverso tutti i numerosi nodi della rete, che permettono l’invio e la ricezione delle svariate transazioni.

Il Bitcoin consente infatti la crittografia per rendere anonime le transazioni, consentendo quindi la creazione di nuova valuta attraverso il mining.

In pratica per fare mining è necessario prima di tutto avere un computer molto potente, da lasciare acceso tutto il giorno per risolvere problemi matematici molto complessi.

Quindi l’obiettivo principale del Bitcoin e di tutta la sua rete, è sostanzialmente quello di garantire il trasferimento sicuro e “pseudo” anonimo, così come il possesso delle monete all’interno rete tramite un semplicissimo portafoglio elettronico. Il portafoglio è elettronico perché naturalmente i Bitcoin nella realtà non esistono e sono presenti soltanto in modalità digitale.

Per aprire un portafoglio Bitcoin non è nemmeno necessario dover aprire un conto registrandosi con i propri dati, basta scaricare l’applicazione “Bitcoin Core” ed iniziare a comprare attraverso i vari marketplace i Bitcoin. È possibile quindi trasferire valore semplicemente con il proprio indirizzo Bitcoin (una serie di cifre criptate) gratuitamente.

Con il Bitcoin è quindi possibile inviare e ricevere denaro completamente in forma gratuita, rendendo quindi molto difficile al governo, banche centrali, polizia postale o altre autorità di questo tipo di riuscire a capire da dove provengono i trasferimenti, sequestrare i Bitcoin oppure bloccare le transazioni.

I soldi del Bitcoin si muovono infatti attraverso una serie di computer collegati ad una rete, creando quindi una rete completamente decentralizzata e indipendente.

Il Bitcoin quando fu presentato, rappresentò la primissima implementazione di criptovaluta distribuita all’interno di una rete decentralizzata con schema “Proof-Of-Work” per evitare la doppia spesa.

Capitalizzazione Bitcoin

Per capire quanto questo mercato finanziario, è importante notare la sua capitalizzazione di mercato. Nel 2012, quando questo mercato finanziario era pari a 140 milioni di Dollari USA, in pochi erano al corrente della sua esistenza. Già dal 2013 però la capitalizzazione è aumentata a 1,4 miliardi di dollari nel 2013. Ad oggi la capitalizzazione di mercato del Bitcoin ha raggiunto l’incredibile cifra di 44 miliardi di dollari.

Tuttavia se dovessimo comparare l’economia di Bitcoin con quella delle valute classiche, ci renderemmo conto che questa è ancora estremamente piccola. Ciononostante sono già in molti i siti internet che offrono il Bitcoin come metodo di pagamento (Virgin Galactic, Reddit, WordPress, Wikipedia per citarne alcuni) e ad oggi è possibile persino comprare case, automobili, beni e servizi e molto altro ancora.

Come fare Trading Bitcoin

Per fare trading Bitcoin, ovvero per acquistare Bitcoin è molto semplice, tuttavia è necessario prima di tutto cercare di evitare le truffe, in quanto nell’ambito delle criptovalute ne stanno uscendo fuori sempre di più.

La storia del Bitcoin è stata infatti segnata nel tempo da svariate truffe, da parte di truffatori che sono riusciti a sottrarre nel tempo ingenti quantità di Bitcoin.

Per acquistare o vendere Bitcoin è di primaria importanza registrarsi su un broker regolamentato e in possesso delle licenze necessarie per erogare i servizi delle criptovalute.

Fare trading e acquistare Bitcoin deve essere una tipologia di trading online assolutamente sicura, in quanto non può essere ammissibile investire i propri soldi su di una piattaforma che non riesce a garantire gli standard di affidabilità e sicurezza.

Gli esperti di trading online consigliano da anni le piattaforme di trading online con i Contratti per Differenza (CFD). Attraverso i CFD è possibile ottenere svariati vantaggi per commerciare con i Bitcoin (e svariate altre criptovalute, i quanto ogni mese ne vengono aggiunte di nuove):

  • Trading a partire da un deposito minimo di soli 100 euro. Con il trading per Bitcoin è possibile iniziare con soli 100 euro e comprare anche solo delle frazioni del Bitcoin.
  • Con i CFD è possibile investire sia quando il prezzo sale e ovviamente anche quando il prezzo scende.
  • Con il Bitcoin è possibile investire virtualmente oppure realmente.
  • Con la sicurezza di un broker CFD regolamentato si ha i propri fondi al sicuro, il rispetto delle normative sull’antiriciclaggio e la serenità di sapere che i propri fondi sono segregati in conti diversi da quelli del broker.

Quella che crediamo sia attualmente la migliore piattaforma di trading online per il trading con i Bitcoin è la piattaforma di trading online Plus500. Plus500 è una piattaforma di trading online regolamentata e che eroga i servizi in tutta europa.

Trading Criptovalute con Plus500
Trading Criptovalute con Plus500

Con Plus500 è possibile fare trading online con i Bitcoin gratuitamente a zero commissioni e con zero costi nascosti per iniziare a fare trading online con il Bitcoin e le numerose altre criptovalute.

Clicca qua per aprire oggi un conto con Plus500 >>

Come investire nella Borsa Cinese

Nonostante l’evidente rallentamento subito nell’ultimo periodo sono davvero tanti gli operatori interessati ad investire nella Borsa cinese: stiamo sempre parlando della seconda economia più importante del mondo, quindi di un panorama che non può essere trascurato. Anche se non si tratta dell’operazione più semplice da fare, oggi giorno gli investitori hanno la possibilità di accedere a varie opzioni: chi pensa di avere la giusta fiducia e il giusto coraggio per affrontare un elevato livello di volatilità sicuramente potrà trovare interessante la lettura di questo articolo.

Leggi tutto