Come investire con il fondo Arca

I fondi comuni vengono di solito dipinti come strumenti facili e sicuri per investire il proprio denaro; tra le varie Società di Gestione del Risparmio figura anche Arca SGR, che propone ai suoi clienti diverse soluzioni: scopriamo qualcosa di più su questa società e vediamo come investire con il fondo Arca e come seguire l’andamento del proprio investimento.

Arca SGR: cos’è e quali strumenti propone

Prima di addentrarci nel discorso relativo ai suoi fondi è necessario vedere chi è Arca SGR; parliamo di una società che vanta più di trent’anni di esperienza (è stata fondata nel 1983): alle dodici banche popolari azioniste si sono uniti nel corso degli anni altri istituti di credito, soggetti collocatori e società finanziarie. Con 120 enti collocatori, 8.000 sportelli, i canali telematici e un’ampia rete di promotori finanziari Arca punta molto sulla capillarità sul territorio. Ancora un po’ di numeri: 665.000 sottoscrittori e 28 miliardi di euro di capitali hanno portato questa società a detenere una quota di mercato pari al 4%. Il risparmio gestito però non è l’unico settore in cui Arca opera, visto che è attiva anche in campo assicurativo e previdenziale.

Parlare di fondo Arca non è proprio corretto, visto che dovremmo parlare di fondi, al plurale: la gamma di soluzioni proposta infatti è ampia ed è composta da sei tipologie, ovvero fondi azionari, fondi bilanciati/multiasset, fondi obbligazionari, fondi a cedola, fondi flessibili e fondi Economia Reale. Vedremo le caratteristiche dei vari prodotti, ma cerchiamo di capire in cosa consiste un fondo Arca rispolverando la definizione di fondo comune di investimento: si tratta di una gestione collettiva del risparmio formata dai patrimoni dei vari sottoscrittori a cui vengono riconosciute le rispettive quote. I fondi si distinguono dalle altre forme di investimento perché presentano alcuni vantaggi per il risparmiatore, ovvero la gestione professionale del patrimonio, la diversificazione del portafoglio (che, come ormai abbiamo imparato, è il primo sistema per ridurre il rischio), la trasparenza e la liquidità (il rimborso parziale o totale dell’investimento può avvenire in qualsiasi momento). Nel caso specifico del fondo Arca bisogna aggiungere anche l’accessibilità, visto che vi si può entrare con un investimento iniziale di soli 100 euro.

Le tipologie di Fondo Arca

Abbiamo recentemente parlato dei fondi comuni d’investimento in generale. I fondi azionari Arca vengono gestiti con uno stile “attivo contro benchmark” (le scelte di timing e la selezione dei titoli vengono fatte in modo da massimizzare il rendimento del fondo in relazione al proprio benchmark di riferimento). Rispetto ad altri tipi di fondi quelli azionari presentano una maggiore rischiosità operativa, ma se mantenuti per il giusto periodo di tempo permettono di ottenere i rendimenti più elevati. Ci sono diversi prodotti in questa categoria: è possibile investire sul fondo Arca azioni internazionali, Arca Azioni Italia, Arca Economia Reale Equity Italia, Arca Azioni Europa, Arca Azioni America , Arca Azioni Far East e Arca Azioni Paesi Emergenti.

I fondi bilanciati (o multiasset) prevedono un investimento equilibrato tra titoli azionari e titoli obbligazionari che appartengono ad aree geografiche, valute, emittenti e settori economici differenti. L’orizzonte temporale consigliato è di quattro o cinque anni e i clienti che optano per questa soluzione devono essere consapevoli che il patrimonio potrà subire oscillazioni anche importanti e di medio periodo. Rientrano in questa categoria prodotti come il Fondo Arca Obbligazioni Europa, Arca Titoli Esteri, Arca BB, Arca Multiasset Balanced e Arca Multiasset Dynamic.

I fondi Arca con cedola rappresentano soluzioni di investimento molto diversificate, ma contraddistinte dalla presenza di una cedola periodica che il cliente può decidere di reinvestire per aumentare il rendimento alla scadenza oppure di farsele accreditare sul conto corrente; sono il prodotto pensato per chi vuole strumenti diversificati, ma semplici e convenienti. Rientrano in questa categoria il Fondo Arca Cedola Plus, Arca Cedola Corporate e Arca Reddito Multivalore.

I fondi Flessibili puntano su un portafoglio molto diversificato e il gestore può muoversi con flessibilità tra vari strumenti, rimanendo però al di sotto del VAR (Value at Risk) indicato dal Regolamento del fondo stesso. Sono fondi caratterizzati da uno stile di gestione molto dinamico e attivo e sempre alla ricerca delle migliori opportunità di investimento e sono gli ideali per quei risparmiatori che vogliono strumenti molto diversificati dando un’ampia delega al gestore per la ricerca delle occasioni più interessanti rimanendo sempre in limiti di rischio ben definiti. Fanno parte di questa categoria il Fondo Arca Bond Flessibile, Arca Strategia Globale Crescita e Arca Strategia Globale Opportunità.

Chiudiamo con i fondi obbligazionari, ovvero quelli che investono principalmente in titoli obbligazionari societari o governativi con una differenziazione in base al Paese emittente, alla valuta di denominazione e al settore economico in cui opera la società emittente. Questo tipo di investimento è caratterizzato da una rischiosità abbastanza bassa (l’indicatore di rischio va da 2 a 4) e punta ad un obiettivo di rendimento di medio periodo (tre/quattro anni). Fanno parte di questa tipologia il Fondo Arca Risparmio Previdenza, Arca Risparmio, Arca RR Diversified Bond, Arca Bond Corporate, Arca Bond Globale, Arca Bond Paesi Emergenti, Arca Bond Paesi Emergenti Valuta Locale.

Come investire con il Fondo Arca: sottoscrizione, rimborso e monitoraggio

Per investire con un Fondo Arca bisogna compilare e firmare un apposito modulo di domanda di sottoscrizione tramite un soggetto collocatore oppure sfruttando le tecniche di counicazione a distanza, poi bisogna effettuare il relativo versamento con un bonifico bancario. Le sottoscrizioni successive alla prima si perfezionano con il solo bonifico. Dalla firma del modulo allo sportello al momento effettivo della sottoscrizione passano quattro giorni lavorativi. La sottoscrizione può avvenire in un’unica soluzione (l’importo iniziale deve essere di almeno 100 euro) oppure con i piani di accumulo (PAC, con un importo iniziale di almeno 50 euro). Il rimborso può avvenire in un’unica soluzione, tramite un piano di rimborso programmato, con operazioni di passaggi tra fondi (Switch) o mediante un piano di Switch Programmato; in base alla modalità scelta, le tempistiche del rimborso possono variare dai quattro ai sei giorni lavorativi. Per poter seguire l’andamento dell’investimento in un Fondo Arca è possibile aderire al servizio gratuito ArcaClick, che consente di analizzare il portafoglio, monitorandone le movimentazioni e il rendimento.