Trading Cacao [2019]: come investire, quotazione e previsioni prezzo

Desiderosi di investire in materie prime ma non sapete bene come fare, se conviene e quali sono i rischi? Con il presente articolo ci proponiamo di analizzare in dettaglio le migliori soluzioni per fare trading cacao online. Prenderemo inoltre sotto esame la quotazione attuale riscontrata in questi primi giorni del 2019, il valore storico della materia prima in oggetto, quali sono i fattori che ne influenzano il prezzo di mercato e ne rassegneremo le previsioni degli analisti sull’andamento futuro. Daremo anche uno sguardo per capire come investire all’interno di questo mercato.

Prima di cominciare, segnaliamo che il miglior broker per trading cacao è Plus500 (clicca qui per iscriverti gratis a Plus500). Plus500 è un broker autorizzato CONSOB e regolamentato CySEC, gratuito e senza commissioni, e risulta essere particolarmente facile da utilizzare. Consente di investire senza commissioni, al rialzo oppure al ribasso sul mercato del Cacao, e non è un caso che sia uno dei broker più usati e apprezzati in Europa.

Quotazione cacao: grafico tempo reale 2019

Il prezzo del Cacao si trova al momento della scrittura sul livello di 2250 dollari per tonnellata. Per questo mercato finanziario, il livello dei 2000 dollari risulta essere estremamente solido, quindi possiamo considerarlo il supporto a breve termine per questa materia prima alimentare.

Come è possibile notare dal grafico, durante gli ultimi anni il prezzo del Cacao è generalmente sceso dal livello dei 3000 dollari, avvicinandosi sempre di più verso il livello dei 2000 dollari USA.

Il trend per il 2018 è stato prevalentemente laterale. Il mercato è riuscito a sfondare il livello dei 2800 ad aprile, crollando successivamente verso il prezzo di 2000 nel mese di maggio. Il mercato si trova in un range compreso tra 2000 e 2400 iniziato da luglio 2018.

Valore storico del cacao: prezzi e previsioni

Ora che conosciamo l’andamento attuale della quotazione, possiamo allargare la veduta prendendo in esame il valore storico del cacao, ovvero quei movimenti del prezzo registratisi per la materia prima in oggetto tanto nella borsa di New York, quanto in quella di Londra. Prima di procedere, desideriamo chiarire quali piazze se ne occupano. Rispettivamente, la regolazione appartiene al mercato di Londra LIFFE, acronimo di London International Financial Futures and Options Exchange, e al mercato statunitense, il New York Board of Trade, meglio noto come NYBOT.

Ricalcando allora le orme tracciate nel precedente paragrafo incominciamo con il prendere in esame il valore storico del cacao sul mercato americano. Come anticipato, questi primi giorni del nuovo anno hanno visto il prezzo salire in qualche misura rispetto al graduale crollo riscontratosi nella seconda metà di dicembre 2016. Ciò malgrado, il grafico parla chiaro, la ripresa è sì tangibile, tuttavia, qualora allargassimo l’orizzonte alle prime settimane dell’autunno scorso o, ancor meglio, prendendo come riferimento l’inizio dell’estate, la situazione risulterebbe evidentemente in rosso. Basti considerare le seguenti quotazioni: il 23 giugno il prezzo di mercato risultava pari a 3.204 dollari per tonnellata, oggi nel 2019, oscilla sui 2.200 dollari.

In ogni caso, a una lettura più attenta, può risultare interessante indicare che investire sul cacao nelle prime settimane di gennaio potrebbe rivelarsi una mossa azzeccata considerando gli andamenti registrati negli anni precedenti. Parliamo in questi termini di quanto accadde ad esempio nel primo mese del 2015, momento in cui la quotazione del cacao si aggirava sulle 2.000 sterline circa e che, già prima dell’inizio della stagione estiva, superava quota 2.150 sterline per tonnellata.

O ancora, sul finire di gennaio 2016 il valore di mercato si posizionava al di sotto delle duemila sterline e, già a metà marzo superava quota 2.250. Nel 2018 è accaduto qualcosa di simile rispetto agli anni precedenti, in quanto il prezzo è passato dal livello di 1800 dollari per tonnellata nel gennaio, per arrivare a toccare massimi di 2900 per tonnellata in Aprile 2018.

Ciò può essere meramente un caso, ma può allo stesso tempo essere indicativo al fine di eventuali valutazioni precedenti ad un investimento. Proprio in questi termini, procediamo col segnalare le previsioni degli analisti per l’andamento futuro del prezzo della ‘nostra’ materia prima.

Previsioni del prezzo del cacao

Prima di passare metaforicamente la parola agli analisti, vogliamo accennare brevemente ai fattori che vanno a influenzare il valore di mercato della materia prima in titolo. Tali fluttuazioni delle quotazioni, e sulla borsa di Londra, e sulla borsa di New York, provengono per sommi capi dalle maniere con cui il cacao viene lavorato, dai tipi e dalle varietà dello stesso, dall’istituzione e dall’abrogazione di dazi eventuali, dalle condizioni del meteo nelle aree di produzione (Africa prevalentemente), dalle condizioni politico sociali delle medesime zone, nonché dai rapporti fra domanda e offerta.

Questo è quanto muove i grafici anzi menzionati in misura maggiore. Ma a questo punto non può che sorgere una domanda più che legittima. A fronte della grande perdita (sull’ordine del 30% circa) riscontrata nello scorso 2016, e l’andamento laterale che perdura nel 2019.

Secondo gli analisti, il 2019 potrebbe essere l’anno in cui le materie prime “soft” come il cacao (ma anche il caffè e lo zucchero) sembrerebbero essere vicine alla fine del loro andamento ribassista sul lungo termine.

Per capire l’andamento futuro del cacao, è prima di tutto fondamentale considerare l’incertezza politica ed economica legata alle trade war ed alla volatilità delle valute all’interno dei mercati emergenti, fattore che ha pesato in larga misura sui mercati agricoli.

Nonostante questo i mercati come quello del cacao, cereali e delle materie prime emergono come esempi positivi, dato che si prevede che la produzione globale e le scorte continueranno a restringersi durante i prossimi anni.

Trading online sul cacao: come investire online?

Affidarsi a broker online è ormai alla portata di chiunque abbia un po’ di destrezza con il web. Malgrado in molti abbiano l’ardire di sostenere che anche gli utenti a corto di qualsiasi rudimento economico possano senza problemi introdursi nell’ambito, il nostro consiglio rimane quello di seguire corsi per principianti, spesso gratuiti e in molti casi via internet, o almeno leggere attentamente le varie guide che sovente compaiono sul web.

In ogni caso, qualora decidiate di fare trading online sul cacao, i migliori broker su cui fare affidamento, a nostro parere, sono Plus500 e Markets.com.

Plus500 è fra i più noti siti utilizzati per investire sul web senza incorrere in eventuali problemi. È difatti quest’ultimo un broker affidabile e legale (regolamentato dalla Financial Conduct Authority), fra i più quotati del panorama e in grado di offrire vari servizi adatti anche ai meno esperti.

Subito dopo aver completato l’iscrizione il neo-iscritto potrà avvalersi di un’ampia rosa di strumenti e risorse fra cui la demo, piattaforma che consente di investire per chi incomincia con denaro virtuale, cioè inesistente e dunque senza correre alcun rischio.

Cliccando qui è possibile visionare i grafici con le quotazioni del cacao messe a disposizione da Plus500. Su questa pagina è possibile anche operare direttamente sul cacao, sia comprando che vendendo allo scoperto. In questo modo è possibile guadagnare sia quando il prezzo del cacao sale sia quando scende. Per aprire subito il tuo conto con Plus500 clicca qui.

Cacao Markets
La pagina dedicata al Cacao su Markets

Il secondo broker cui accennavamo è Markets.com, piattaforma fra le più note per fare trading online non soltanto sul cacao o sulle materie prime, ma anzi particolarmente diffusa nel Forex.

Come Plus500, anche Markets è legale e registrata presso la Commissione Nazionale per la Società e la Borsa, meglio conosciuta come Consob.

Le caratteristiche sono simili malgrado un plus piuttosto importante, la presenza in quest’ultima di un centro per la formazione gratuita mediante cui si potrà accedere a diversi corsi di vario livello finalizzati a fornire strumenti che saranno per certo utili al futuro trader in erba. Per aprire subito il tuo conto con Markets clicca qui.

Perché investire nel cacao con il trading?

Prima di spiegare come è possibile investire nel cacao vediamo perché potrebbe essere conveniente farlo. Molti trovano questa materia prima particolarmente interessante perché considerano che il suo valore sia destinato ad aumentare, dato che il consumo mondiale ha superato i quantitativi di produzione e questo saldo negativo sembra essere destinato a crescere (la domanda continua ad incrementare ogni anno di circa due o tre punti percentuali e non sembra destinata a fermarsi, mentre le quantità prodotte registrano un declino): ovviamente questo è il ragionamento che fanno coloro che sono interessati a fare investimenti di medio-lungo periodo.

La regolazione degli scambi fisici e dei contratti a termine spetta al London Financial Futures and Options Exchange (LIFFE), mercato londinese che appartiene alla Borsa NYSE – Euronext. Gli scambi avvengono anche sul mercato statunitense New York Board of Trade (NYBOY), dove avvengono almeno tre milioni di transazioni all’anno che riguardano svariate tonnellate di cacao. Tramite questi mercati è possibile investire sul cacao anche dall’Italia.

Fare trading online sul cacao, come abbiamo già visto per altre materie prime come il palladio, permette inoltre di diversificare il proprio portafoglio: l’andamento della quotazione di questa materia prima non sempre segue la tendenza degli altri mercati. Per chi vuole ottenere dei profitti in breve termine i broker online mettono a disposizione alcuni strumenti finanziari (i più utilizzati sono i contratti per differenza, ma ne parleremo più avanti) che permettono di speculare sia al rialzo che al ribasso, offrendo interessanti opportunità di guadagno ai trader.

Produzione e fattori che influenzano il valore del cacao

La produzione del cacao ha la particolarità di essere molto centralizzata: circa il 70% di questa materia prima arriva infatti dall’Africa occidentale, con la Costa d’Avorio che detiene il ruolo di primatista con una percentuale che supera i 40 punti, seguita dal Ghana. Il rimanente 30% viene prodotto in America del Sud (soprattutto in Brasile) e in Indonesia. Il prodotto parte da questi Paesi sotto forma di fave di cacao, mentre la lavorazione successiva avviene nei Paesi industrializzati che lo importano; i maggiori consumatori sono l’Europa, il Nord America e il Giappone.

Il prezzo del cacao viene influenzato da molti fattori; al di là delle condizioni economiche globali, la quotazione della materia prima può subire gli effetti di quanto accade nei Paesi produttori. Da questo punto di vista incide molto il clima: bisogna considerare che la coltivazione del cacao non è né semplice né particolarmente redditizia (un frutto raggiunge la maturazione dopo 5/6 anni e ogni quarto di secolo le piante devono essere sostituite perché non sono più produttive) e l’aumento delle temperature legato al riscaldamento globale renderà il tutto più difficile, senza dimenticare che si ridurrebbero anche le riserve d’acqua delle piante.

Anche la presenza di conflitti o la diffusione di malattie (sia tra i lavoratori che tra le piante) nei Paesi produttori possono avere conseguenze sul prezzo del cacao. Per questi motivi alcune grandi aziende attive nella produzione di prodotti a base di cacao stanno investendo molto sull’innovazione, nella speranza di arrivare allo sviluppo di nuove varietà più resistenti.

Trading Online Cacao [CC] 2019

È possibile fare trading cacao con i CFD cacao (Simbolo: CC) per mezzo delle piattaforme di negoziazione messe a disposizione dai broker online; gli strumenti più utilizzati sono i CFD.

Sulle pagine di questo sito abbiamo ampiamente parlato di questi prodotti finanziari derivati che replicano perfettamente il prezzo del sottostante (questo vuol dire che se la quotazione del cacao subisce una variazione, anche il prezzo del CFD subisce la stessa modifica); l’obiettivo del trader è naturalmente quello di ottenere un profitto con la differenza del valore del sottostante che matura dal momento di acquisto a quello di vendita.

Plus500 Broker Materie Prime
Plus500 è la soluzione più trasparente e facile per investire nelle materie prime come il Cacao. Clicca sull’immagine per iniziare.

Come abbiamo già accennato in precedenza, i migliori broker che attualmente consentono di fare trading cacao tramite CFD sono: Plus500 (clicca qui per visitare la home page) Markets.com (clicca qui per visitare il sito ufficiale): tutte e due le piattaforme mettono a disposizione dei propri iscritti la possibilità di sfruttare il conto demo per fare un po’ di pratica in modo da comprendere meglio il meccanismo del mercato, le potenzialità dello strumento e le funzionalità della piattaforma senza rischiare soldi veri. Sia Plus500 che Markets sono senza commissioni.

Iniziare a fare trading online di cacao è semplice: basta aprire un conto di trading su Plus500 o Markets per cominciare da subito a operare sulla materia prima e molti altri asset finanziari.

Per ottenere un conto sono sufficienti solo 100 euro. È possibile operare in modalità demo, in questo caso il denaro utilizzato è virtuale e non si deve quindi depositare nulla.

>> Clicca qui per iscriverti su Plus500. 

>> Clicca qui per iscriverti su Markets.

La quotazione attuale del cacao è di 2163 dollari per tonnellata; in questo periodo la valutazione della materia prima sta attraversando un trend ribassista. In Nord America e in Europa sono diminuite le quantità lavorate (solo in Asia si registra un incremento) e le condizioni climatiche in Africa Occidentale fanno pensare ad un possibile florido raccolto; i prezzi più bassi che si registrano in questo momento potrebbero però stimolare la domanda che dovrebbe incrementare in modo sensibile nella seconda metà di quest’anno.

Come investire nel Cacao in tre passaggi (esempio pratico)

Fare trading o investire con il Cacao è un’operazione semplice se si utilizzano gli strumenti giusti. Plus500 è la soluzione che consigliamo per investire in sicurezza. Investire con il grano può essere fatto con questo broker in 3 semplici passi.

È prima di tutto necessario aprire un conto di trading su questa piattaforma che conosciamo e usiamo da svariati anni e che risulta essere assolutamente affidabile. Plus500 consente di investire senza commissioni e con il massimo della sicurezza.

L’assenza di commissioni consente di risparmiare moltissimo nelle spese di trading, consentendo dunque all’investitore di strutturare una strategia a basso costo, dunque già profittevole. Clicca qua per ottenere un conto con Plus500.

Investire nel Cacao
Investire nel Cacao
  1. All’inizio del processo, sarà necessario scegliere se iniziare con un conto di trading reale oppure demo. Il conto reale è riservato ai trader che hanno già un minimo di esperienza. Per iniziare basta un deposito minimo 100 euro e consente di guadagnare dai mercati subito soldi veri. Il conto di trading virtuale, è fatto invece per gli utenti agli inizi che vogliono muovere i primi passi sui mercati finanziari.
  2. Al secondo step, quello della registrazione, sarà richiesto di inserire tutti i propri dati personali. È obbligatorio inserire dati veri, in quanto da regolamentazione europea il broker non accetta utenti fittizi.
  3. Dopo aver fatto click sulla conferma per la creazione dell’account, si riceverà l’email di conferma. Sarà possibile accedere fin da subito sulla piattaforma di trading sia da desktop che da app Android e App Store. Sarà sufficiente cercare il nome della materia prima digitando il codice o il nome del mercato nel box di ricerca.

Nel caso in cui si voglia iniziare con un conto di trading reale, la verifica del proprio conto verrà richiesta (come da regolamentazione europea) attraverso un’utenza ed un documento d’identità che l’utente dovrà caricare. Poi sarà possibile fare il primo deposito (ricordiamo: minimo 100 euro). Tramite il conto demo è possibile invece iniziare fin da subito senza deposito o registrazioni aggiuntive di alcun tipo.

Trading Cacao
  • Investimento A Lungo Termine
  • Commissioni Zero
  • Trading Regolamentato
5

Trading Cacao

Scopri i consigli principali per fare trading cacao. Quotazioni, previsioni prezzo e molto altro ancora. Quali sono le migliori piattaforme in assoluto? Perché investire in questa materia prima e come farlo al meglio? Clicca qui per ottenere tutte le informazioni da sapere per fare trading o investire nella materia prima del grano.