Trading online con Poste Italiane

Ormai sempre più persone decidono di affacciarsi nel mondo del trading online, un po’ per curiosità, un po’ perché si ricercano opportunità di investimento più vantaggiose, rispetto ai tradizionali titoli di Stato e libretti di risparmio, dai rendimenti oggi molto bassi. Gli operatori del settore sono molti, e l’offerta certo non manca. Data la concorrenza, anche gli istituti di credito tradizionali oggi, mettono a disposizione dei loro clienti piattaforme per il trading online.

MIGLIORE PIATTAFORMA TRADING ONLINE

Prima di parlare del trading online di Poste Italiane è bene mettere in chiaro che ci sono piattaforme di trading che offrono un servizio decisamente migliore e soprattutto più economico. Giusto per fare un esempio, segnaliamo che Markets.com è completamente gratuita e soprattutto non applica alcun tipo di commissioni sull’eseguito (Poste Italiane infatti applica commissioni).

Inoltre, Markets.com mette a disposizione di tutti una piattaforma demo, assolutamente gratuita e illimitata, con cui è possibile sperimentare il trading con soldi virtuali e quindi senza rischi.

Per tutti coloro che non sono esperti di trading, inoltre, Markets mette a disposizone un’interfaccia davvero intuitiva. Inoltre, per chi vuole imparare ci sono corsi online, video e persino corsi dal vivo che si tengono nelle principali città italiane, aperti gratis a tutti gli iscritti.

Per iscriverti gratis su Markets.com puoi cliccare qui.

TRADING ONLINE POSTE ITALIANE

Tra queste anche Poste Italiane si sta ritagliando la propria fetta di mercato, e mette a disposizione dei propri correntisti la possibilità di accedere a questo tipo di servizi. Per operare tramite Poste nel trading online bisogna essere correntisti BancoPosta, avere un deposito titoli, sottoscrivere l’apposito contratto di utilizzo, ed attivare la modalità online del conto postale. Una volta attivato questo servizio, è possibile operare su tutti i titoli azionari della borsa italiana, sulle blue chips europee e USA quotate nella borsa italiana, obbligazioni italiane ed estere, Certificates e Covered Warrant, titoli di Stato, ETF, ETC e ETN.

ATTIVAZIONE, COSTI E SERVIZI TRADING POSTE

L’attivazione del servizio è gratuita per il modello base, che offre gratuitamente, le quotazioni di borsa su tutti i titoli italiani ed europei in tempo reale, e su tutti i titoli quotati su EuroTLX, NYSE e NASDAQ in tempo ritardato. Sono disponibili i grafici per seguire gli andamenti azionari, i cambi delle principali valute mondiali, delle materie prime e dei tassi, con la possibilità di avere anche i grafici più avanzati, completamente personalizzabili. Si possono consultare le news sul mondo della finanza e le analisi tecniche con gli storici e le previsioni di andamento sempre aggiornate. Sono sempre disponibili strumenti di supporto per aiutare nella scelta dei prodotti finanziari più complessi, e per tenere sotto controllo l’andamento di alcuni titoli scelti per investimenti futuri. Inoltre, è possibile avere sempre sotto controllo i propri investimenti e la propria situazione finanziaria, e impostare l’acquisto e la vendita di ordini, una volta raggiunto il prezzo scelto come target di investimento. Per chi vuole sempre tenersi aggiornato, è possibile consultare la guida messa a disposizione da Poste Italiane, oppure scaricare uno dei corsi gratuiti.

Per chi ha bisogno, invece, di strumenti più professionali, è possibile attivare il profilo avanzato a soli 2€ al mese, che oltre a tutti i servizi del profilo base, mette a disposizione Book specifici specializzati per tutti i settori del mercato italiano, sempre aggiornati e in tempo reale.

Le commissioni applicate sul mercato secondario per le sedi di esecuzione italiane, vanno dagli 8 ai 18€ a seconda degli eseguiti per le commissioni variabili, e dai 6 ai 10€ per le commissioni fisse. Mentre, per le sedi di esecuzione estere, le commissioni sul mercato secondario sono di 17€, per i titoli azionari in Germania, Francia, Olanda e Portogallo quotati sul Chi-x, e di 18€ per quelli del Nasdaq e Nyse americani, del Xetra tedesco e del Nyse francese, portoghese ed olandese.