Come fare trading online con Banca Intesa Sanpaolo

Ormai la maggior parte degli istituti di credito offre ai propri clienti la possibilità di sfruttare i servizi di internet banking (anzi, certe banche non hanno neanche le filiali fisiche): tra questi c’è anche la possibilità di fare trading online tramite la piattaforma messa a disposizione ai titolari di conto corrente; oggi vediamo come fare trading online con Banca Intesa Sanpaolo: su quali mercati è possibile operare e quali strumenti si possono utilizzare?

Prima di procedere, è bene puntualizzare che la migliore piattaforme di trading, riconusciuta a livello europeo, è quella offerta da 24option. Si tratta di una piattaforma sicura, affidabile e soprattutto molto conveniente visto che è gratis e non applica commissioni. Per iscriverti a 24option puoi clicare qui.

24option offre, oltre ad una piattaforma di trading semplice e intuitiva, anche un servizio di segnali di trading davvero molto affidabile. Puoi scoprirlo cliccando qui.

Trading+, la piattaforma di Intesa Sanpaolo: le condizioni

Per fare trading online giocando in borsa con Banca Intesa Sanpaolo si deve utilizzare la piattaforma denominata Trading+, prevista dal contratto Servizi via internet, cellulare e telefono, che permette di essere costantemente informati sulle notizie più fresche in merito ai mercati abilitati e di negoziare direttamente da casa con il proprio PC i titoli delle piazze italiane ed estere. Possono utilizzare questa piattaforma solo coloro che sono titolari del contratto Servizi via internet, cellulare o telefono o del contratto My Key che hanno aderito ai Servizi via internet; in più bisogna aver aderito al Contratto Prestazioni Servizi di Investimento e Servizi Aggiuntivi.

Il canone mensile per utilizzare Trading+ è di 25 euro, ma è gratuito per chi nel mese precedente ha effettuato almeno 20 disposizioni di investimento o disinvestimento. I clienti che vogliono fare trading con Banca Intesa Sanpaolo possono scegliere tra due tipologie di profilo: il profilo Flat comporta una commissione fissa (ovvero 7 euro per operazioni su sede italiana e 11 su sede estera), mentre il profilo Permillare prevede una commissione variabile calcolata in base al valore dell’operazione (0,10% su sede estera, con un minimo di 3 euro e un massimo di 18 e 0,18% su sede italiana, con un minimo di 1,50 euro un massimo di 18,50). Naturalmente il profilo Flat viene preferito da coloro che investono capitali importanti, mente chi ha a disposizione somme più modeste troverà più conveniente il profilo Permillare.

Fare trading online con Banca Intesa Sanpaolo: strumenti e opinioni

Dal sito della banca è possibile scaricare il programma da installare su PC e su Mac: una volta installata la piattaforma vi si potrà fare accesso inserendo le proprie credenziali (ovviamente dal sito della banca è possibile scaricare anche il manuale con le istruzioni relative all’installazione del programma e con le sue caratteristiche). Chi vuole fare trading con Banca Intesa Sanpaolo tramite Trading+ può crearsi l’ambiente operativo in base alle proprie esigenze, può seguire l’aggiornamento della posizione titoli monitorando le informazioni sul prezzo medio di carico, gli utili o le perdite realizzate e può stilare fino a dieci liste personalizzate (le famose Watch Lists) per tenere sotto controllo i titoli preferiti (fino ad un massimo di venti titoli per ogni lista). Trading+ permette di sfruttare strumenti di analisi grafica e tecnica e una funzione di Ricerca per risalire a tutte le informazioni sui vari prodotti; grazie alle quotazioni in modalità Push è possibile essere informati in modo automatico sull’aggiornamento dei prezzi dei titoli; si possono utilizzare fino a quattro desk contemporaneamente, scegliendone impostazioni di layout, posizione e funzioni mostrate.

L’interfaccia della piattaforma è chiara e semplice da usare, con icone e menù molto intuitivi. Nell’area Mercati sono contenuti le analisi e gli aggiornamenti elaborati dallo staff di analisti finanziari di Banca Intesa Sanpaolo: in questa sezione saranno presenti le informazioni ideali per individuare quelli che si possono rivelare come gli investimenti più proficui tra quelli presenti sulla piattaforma. Naturalmente prima di fare degli investimenti è necessario imparare come leggere i grafici, impostare gli strumenti e modificare i parametri, poi si potrà individuare su quale mercato si intende operare. I trader che hanno un po’ di esperienza su altri tipi di piattaforma si renderanno conto che gli strumenti per fare trading online con Banca Intesa Sanpaolo non sono paragonabili a quelli proposti da broker specializzati; in linea di massima si può dire che Trading+ è adatta a chi ha intenzione di investire in modo abbastanza classico e conservativo, quindi non interessato a strumenti più aggressivi e orientati ai profitti veloci.

Rispetto al passato Intesa Sanpaolo ha fatto dei passi in avanti sulla sua piattaforma di trading online: prima alcuni clienti si lamentavano per la lentezza e la mancanza degli strumenti di trading automatico da utilizzare con alcune attività estere, ma questi inconvenienti sembrano essere stati superati. Rimangono ancora un po’ di critiche per quanto riguarda il canone mensile, ritenuto da molti troppo elevato se si considerano anche i costi delle commissioni, e il fatto che ad ogni transazione bisogna inserire la password. Tra gli aspetti positivi di Trading+, oltre alla chiarezza e alla semplicità d’uso, vengono invece segnalati la possibilità di non pagare il canone se si effettuano almeno venti operazioni e i netti miglioramenti operativi e qualitativi del servizio, frutto anche di partnership e investimenti importanti. In generale, considerando anche i limiti della piattaforma e la platea a cui è indirizzata, le opinioni su Trading+ sono nettamente positive.