Trading Petrolio [2019]: come investire, quotazione e previsioni prezzo

Per iniziare ad investire nel Petrolio, e quindi fare trading online sul mercato del greggio e delle altre varianti, esistono numerose modalità. Con la mini guida di oggi ci occuperemo di scoprire quali sono i mercati migliori ed i più profittevoli, ed andremo inoltre alla scoperta delle quotazioni e delle previsioni del prezzo del petrolio.

Trading Online Petrolio, come investire

Per investire nel greggio esistono tre modi principali. Il primo è quello di acquistare i cosiddetti Futures o i CFD (contratti per differenza) di questa materia prima. Chiaramente, investire nei Futures o nei CFD non è esattamente la stessa cosa. I Futures prevedono anche una quantità di capitale per poter iniziare il trading online. I CFD, invece, sono più abbordabili (si può cominciare con un capitale di appena 100 euro).

Seguendo questo schema il broker servirà come intermediario per effettuare l’acquisto oppure la vendita sul mercato del petrolio che si è scelto (WTI o Brent, ad esempio).

Se decidessimo di prendere una posizione di acquisto significa che prevediamo un netto rialzo del mercato. Se invece assumiamo una posizione di vendita, allora significa che prevediamo un ribasso delle quotazioni. In base dunque alle previsioni di mercato, il trader dovrà scegliere quale posizione prendere sui mercati.

Facciamo un piccolo esempio concreto. Supponiamo che il valore oscilli sui 40 dollari. Se prevediamo un rialzo a 50 dollari al barile, cliccheremo su acquista. Se i prezzi effettivamente si alzeranno ci guadagneremo, se si abbassano perderemo. Dovremmo comunque ricordarci di impostare un livello di take profit in cui prenderemo le vincite e chiuderemo la nostra la posizione, ed uno di stop loss, ossia il momento in cui procederemo con il taglio delle perdite.

Migliori broker CFD per fare Trading Petrolio

Plus500 Petrolio Trading Online
Plus500 Petrolio Trading Online

Plus500 è uno tra i migliori broker per fare trading di petrolio con i CFD. E’ un broker sicuro, affidabile e onesto. Plus500 non applica commissioni sull’eseguito ed offre degli spread veramente vantaggiosi per il trader. Plus500 offre tutti gli strumenti di una piattaforma altamente professionale ma, al contempo, risulta semplicissimo da usare. Grazie a Plus500 è possibile fare trading di tutte le principali materie prime, oltre ovviamente al petrolio (WTI o Brent). Plus500 mette a disposizione anche coppie valutarie, etf, azioni, bitcoin. Puoi aprire un conto gratuito con Plus500 cliccando qui.

Un altro broker per fare trading online sulle materie prime (e quindi in questo caso sul petrolio) è Markets (clicca qui per il sito). Si tratta di una delle piattaforme più usate dato che ha gli spread in assoluto più convenienti del mercato. Markets è autorizzato e regolamentato dalla CySEC, una severissima autorità di controllo britannica e offre un servizio di trading CFD: in CFD è un contratto derivato che replica in maniera esatta il prezzo di un asset finanziario, rendendo quindi il trading online estremamente semplice.

Avrete, ad esempio, un potere d’acquisto incrementato, dato che con 100 euro si può ottenere una movimentazione di denaro pari a 29.400 euro e nessuna commissione. Potrete sfruttare tutte le opportunità del trading, grazie alla grande quantità di mercati disponibili, iniziare con un deposito minimo molto basso di soli 100 euro e avere la massima sicurezza dato che Markets è un broker con una capitalizzazione di mercato pari al miliardo di euro.

Clicca qui per aprire un conto su Markets.com

Oltre a Markets.com, un’altra piattaforma che consente di investire sulle materie prime quali il petrolio è la nota piattaforma di eToro, formatasi a Tel Aviv, Israele. eToro propone alla propria clientela l’investimento in CFD su azioni, materie prime, valute e indici. L’elenco degli asset attraverso cui investire mediante contratti per differenza è molto ampio e diversificato. Il target è adatto per soddisfare le esigenze dei trader più avanzati, ma anche di quelli di più recente introduzione nel mondo dei broker.

Come anche avviene per Markets.com, grazie ad eToro sarà possibile avere la possibilità di fare trading con le principali materie prime come il trading su oro, argento e naturalmente petrolio. Sarà possibile fare trading esattamente come gli altri asset, senza acquistare o vendere fisicamente le materie prime ma negoziando solo titoli. In questo caso la leva finanziaria disponibile è di 1:50 massimo (come da normative europee CySEC).

Clicca qui per aprire un conto su eToro

#
BROKER
DETTAGLI
1
Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
2
Licenza: CySEC – MiFID
Leva fino a 1:30
Deposito min: 100 €
3
Licenza: CySEC – MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €

Trading petrolio con ETF

Un altro modo per fare trading online sul petrolio è quello di acquisire gli ETF, ossia gli Exchange-traded fund. Gli ETF sono particolari fondi d’investimento che presentano delle caratteristiche che sono proprie sia delle azioni che dei fondi. Gli Exchange-traded fund rappresentano una soluzione utile perché possono essere negoziati proprio come se fossero azioni e sono altamente sicuri poiché essendo gestione passiva si limitano a seguire l’andamento di un asset. Nel caso degli ETF inerenti al petrolio, questi strumenti hanno come obbiettivo d’investimento la replica di prodotti finanziari legati all’intero settore petrolifero. Un classico esempio di Exchange-traded fund è l’OIH – Oil Service.

Gli ETF hanno anche la caratteristica di essere sia flessibili che trasparenti nella negoziazione in tempo reale come le azioni vere e proprie e di offrire la diversificazione e la riduzione del rischio, esattamente come avviene nei fondi d’investimento. Un Exchange-traded fund comprende più titoli di uno stesso indice o settore: per questo motivo è un prodotto che è caratterizzato da una diversificazione e quindi dal rischio ridotto dovuto alla presenza di più sottostanti al suo interno.

La migliore piattaforma per operare con gli ETF è attualmente Plus500. Clicca qui per la piattaforma di trading ETF di Plus500.

Quotazione Petrolio in Tempo Reale

Nel grafico interattivo qua sopra, è riportata la quotazione del petrolio in tempo reale. Il grafico è fornito dalla piattaforma di trading Plus500. È possibile registrarsi sulla piattaforma oppure ottenere più informazioni sul mercato semplicemente cliccando all’interno del grafico sui bottoni “Acquista” o “Vendi“.

Previsioni prezzo del Petrolio 2019-2020 e quotazione

Negli ultimi anni è innegabile che il petrolio si sia mosso generalmente dentro un trend ribassista. Anche se il movimento degli ultimi anni è stato senza ombra di dubbio negativo, fare trading online con una materia prima come il petrolio rimane comunque una buona forma di investimento. Appurato questo, vediamo assieme quali sono le previsioni per questo 2019 e 2020 in materia di investimenti finanziari.

Il 2019 è iniziato in maniera estremamente negativa per il mercato del Petrolio. Questo mercato si è infatti spostato al ribasso; il Brent e WTI non hanno segnalato la tanto aspettata ripresa.

Per l’anno 2019, l’andamento del prezzo di questo mercato finanziario non sembra promettere molto bene. Il prezzo del Petrolio si è lentamente mosso al rialzo durante i primi giorni di gennaio, attaccando la resistenza dei 50 dollari al barile.

Tuttavia, il mercato si trova ancora a livelli non eccellenti. I motivi che hanno portato i prezzi del Petrolio a crollare nei mercati finanziari sono da attribuire principalmente alle posizioni assunte da parte degli Stati Uniti e della Russia. Il 2018 era terminato proprio con questi due paesi, che avevano fatto il bello e il cattivo tempo sull’andamento dell’Oro Nero, il 2019 molto probabilmente si chiuderà allo stesso modo.

Gli Stati Uniti del resto, con il loro shale Oil hanno ormai superato l’Arabia Saudita, con 11.7 milioni di barili al giorno di produzione (nel complesso).

Per quanto riguarda invece in particolare la produzione di shale Oil, si parla di 8 milioni di barili/giorno.

Segnaliamo anche la Russia, che ha raggiunto livelli produttivi altissimi, toccando il livello di 11,42 milioni di barili giornalieri.

Un atteggiamento estremamente aggressivo, che non sembra essere in grado di contenere gli atteggiamenti molto conservativi da parte del gruppo OPEC, che risulta essere attualmente impotente a questi nuovi mezzi.

L’OPEC aveva infatti deciso di tagliare la produzione a circa 1,2 milioni di barili giornalieri a partire dai primi giorni di gennaio 2019, tuttavia si tratta di una soluzione che non risulta essere abbastanza per contrastare l’eccessiva offerta da parte di Stati Uniti e di Russia.

Nonostante ci sia stata una contrazione di tutto rispetto nel mercato del Petrolio, è importante sottolineare che le previsioni riescono ad essere ancora incredibilmente positive.

Ad aver impattato in maniera molto pesante sul prezzo del Petrolio, è senza ombra di dubbio stata la decisione che portò i prezzi del Petrolio ad essere tagliati in maniera non molto decisa da parte dell’OPEC, che sembra essere sempre più impotente all’interno dei mercati mondiali.

Prezzo petrolio oggi: andamento petrolio

Diamo uno sguardo ravvicinato al mercato del Petrolio Greggio, analizzando il grafico dei prezzi.

Prezzo Petrolio Oggi Andamento
Prezzo Petrolio Oggi Andamento

Il mercato del Petrolio si è spostato al ribasso per gran parte del 2018, per poi spostarsi nuovamente al rialzo all’inizio del 2019. Al momento della scrittura di questo articolo, possiamo notare che il prezzo si sta spostando verso il livello dei 50 dollari al barile.

Questo supporto, adesso diventato resistenza, rappresenta un livello chiave molto importante, sia psicologico che tecnico. Come possiamo notare, il rumore presente sui 50 dollari è molto importante per questo mercato, inoltre il prezzo si è scontrato numerose volte all’interno di questo livello.

Non possiamo fare previsioni, ma pensiamo che questa resistenza possa dare molto filo da torcere alla continuazione dell’andamento rialzista del mercato del Petrolio; tuttavia una rottura potrebbe portare il petrolio a muoversi ancora al rialzo sopra il livello dei 55 dollari USA.

Quotazione Gas Naturale

Gas Naturale Prezzo Quotazione
Gas Naturale Prezzo Quotazione

Osserviamo anche l’andamento del Gas Naturale, che si è mosso in maniera molto differente rispetto al Petrolio Greggio. Ricordiamo ai nostri lettori che, il gas naturale è un prodotto derivato dalla raffinazione del Petrolio. Si tratta quindi di un mercato estremamente idoneo per diversificare il proprio investimento.

Notiamo infatti che il prezzo non è riuscito a risollevarsi durante i primi giorni del 2019, tornando nuovamente intorno al livello di 2,962, che al momento rappresenta un supporto molto importante per questo mercato.

Attualmente, le condizioni meteorologiche e le scorte sembrerebbero voler suggerire che è possibile investire al rialzo sul mercato del Gas Naturale.

Conviene quindi investire all’interno del mercato del Gas Naturale? Anche se in molti suggeriscono di investire in materie prime come Oro oppure come Argento, pensiamo che sia molto importante e profittevole investire anche dentro il mercato del Trading Gas Naturale.

Il 2018 non è stato un anno splendido per il petrolio, ma tuttavia abbiamo notato un rafforzamento del prezzo molto interessante per il Gas Naturale. Mentre il petrolio è crollato, il gas naturale è aumentato in maniera decisa, registrando dunque un rialzo di tutto rispetto di circa il 25% arrivando sul livello dei 3,80 dollari per milione di BTU.

Chi ha investito lo scorso anno all’interno del Gas Naturale, ha registrato profitti molto interessanti. Tuttavia, è importante anche considerare che le possibilità di profitto sono molto buone anche per il 2019: secondo gli analisti ci sono possibilità di un rally anche per il prossimo anno.

Mentre le previsioni per il petrolio durante il 2019 non sono poi così chiare, quelle per quanto riguarda il gas naturale sembrano essere molto più delineate.

Come investire in Gas Naturale

Attraverso piattaforme di trading come Plus500, è possibile investire sia al rialzo che al ribasso nei mercati del Petrolio e ovviamente anche del Gas Naturale.

Puoi aprire un conto di trading gratuito con Plus500 cliccando qui.

Ciò che rende veramente speciale la piattaforma di trading Plus500, è la possibilità di fare trading con una soluzione altamente regolamentata e in linea con le normative vigenti.

Il broker Plus500 è una delle più antiche e sicure piattaforme di trading online per investire con i Contratti per Differenza.

Questo broker risulta essere assolutamente regolamentato e sicuro. Ciò significa che è possibile investire con la tranquillità e la sicurezza di investire all’interno di una soluzione assolutamente regolamentata in Europa dalla CySEC.

CySEC è l’ente di regolamentazione di Cipro, che garantisce il rispetto delle normative europee MiFID da parte di tutte le piattaforme che sono autorizzate e regolamentate sotto il suo sigillo.

Plus500 Piattaforma di Trading Demo Petrolio
Plus500 Piattaforma di Trading Demo Petrolio

Con Plus500 non è nemmeno obbligatorio effettuare un deposito: è possibile utilizzare semplicemente la piattaforma di trading demo, facile da usare e senza obbligo di deposito.

Con la soluzione demo fornita da Plus500, il vero vantaggio è quello di fare trading con una piattaforma speculare in tutto e per tutto a quella reale. Si tratta di un vantaggio incredibilmente grande per chi è alle prime armi e desidera provare nel dettaglio la piattaforma oppure addirittura imparare ad utilizzare la piattaforma (senza investire i propri fondi).

Puoi aprire un conto demo con Plus500 cliccando su questo link