Come investire in oro fisico

Anche chi non ha mai approfondito le proprie conoscenze finanziarie sa benissimo che l’oro è il bene rifugio per eccellenza: nei momenti di maggiore instabilità tante persone investono nel metallo prezioso più famoso per mettere al sicuro i propri risparmi; come abbiamo già avuto modo di vedere è possibile investire sia in oro finanziario che in oro fisico e in questo articolo ci soffermeremo proprio su questa seconda opportunità. Scopriremo cosa vuol dire investire nell’oro fisico, come è possibile farlo e perché molti scelgono di seguire questa strada.

Differenze tra oro finanziario e fisico

Gli investimenti in oro finanziario (ovvero l’utilizzo di strumenti derivati che hanno come asset sottostante questo metallo prezioso) consentono di esporsi all’andamento del prezzo del materiale senza la necessità di possederlo fisicamente. Ovviamente si tratta della soluzione più comoda da praticare, ma è anche quella che presenta più rischi, perché ci si sottopone ai costi e alle leggi dei mercati finanziari. Gli strumenti dervati disponibili sono davvero tanti, ma tra i più utilizzati segnaliamo gli Etf, gli Etc, le Opzioni, le Opzioni Binarie, i Futures e le azioni delle società attive nell’estrazione e nella produzione di oro.

Investire in oro fisico invece significa acquistare e possedere delle quantità di oro. Di solito i risparmiatori optano per oggetti con una purezza minima dello 0.999%: rientrano in questa categoria le monete, i dischi (che sono praticamente delle monete metalliche che però non hanno corso legale) e i lingotti. Ovviamente esiste un’infinità di altri oggetti realizzati in oro, ma il livello di purezza è più basso perché in lega con altri metalli. A parte il fascino innato che da sempre esercita questo metallo sugli umani, molti investitori scelgono di acquistare l’oro fisico perché si tratta di un bene rifugio e di un investimento a medio/lungo termine che non dà origine a quel livello di ansia che invece si presenta quando si acquista oro finanziario e si assiste ad una fase di crollo dei prezzi.

Come investire in oro fisico: monete, lingotti e dischi

Al giorno d’oggi chiunque può acquistare dell’oro fisico, visto che è possibile comprare anche dei quantitativi minimi, ma è un’opportunità che non viene sfruttata molto, dato che chi ha dei capitali ridotti a disposizione spesso opta per il trading online e le operazioni di investimento in oro finanziario. Per chi invece vuole convertire in oro fisico una buona quantità di denaro, le soluzioni più convenienti sono rappresentate dai lingotti (ne esistono in vari formati, da un grammo fino a 12 chili e mezzo) e dai dischi (anch’essi disponibili in varie dimensioni, da un decimo di oncia fino ad un’oncia), mentre a parità di peso le monete risultano essere leggermente meno convenienti a causa della certificazione attribuitagli per via della loro fabbricazione presso le zecche governative.

Ovviamente i lingotti di maggiori dimensioni sono la scelta ideale se l’importo da investire è particolarmente elevato perché sono più semplici da gestire e da liquidare rispetto ad una maggiore quantità di oggetti più piccoli. Va però considerato che se si decide di vendere un lingotto “grande” si decide di dire addio ad una quota importante del proprio portafogli doro; per questo motivo molti investitori scelgono di acquistare pezzi di pesi diversi. Quando si acquista del metallo fisico va poi considerata la differenza tra prezzo spot (ovvero il riferimento utilizzato sul mercato internazionale, che rappresenta il costo di consegna a pronti) e il prezzo finale, che può essere diverso dal primo perché il rivenditore aggiunge il suo premio (o spread).

Vantaggi e svantaggi

Ovviamente chi decide di investire in Borsa con l’oro fisico deve tenere bene a mente quali sono i pro e i contro di questo tipo di operazione. Partiamo dai lati positivi: investire nel metallo prezioso consente di mettere al sicuro il capitale (lo abbiamo ripetuto spesso, l’oro è il bene rifugio per eccellenza e da sempre viene considerato un bene pregiato, quindi nel corso del tempo il suo valore subisce cambiamenti lievi), offre rendimenti nel lungo periodo (e aumenta di valore nei periodi in cui l’insicurezza economica si fa sentire di più) ed offre stabilità in caso di default. Passiamo ora agli svantaggi: il fatto che per ottenere dei risultati in termini di rendimento si debba ragionare in ottica di lungo periodo non è necessariamente un punto a favore; chi è alla ricerca di profitti rapidi dovrebbe guardare altrove e poi va considerato che se per qualche motivo il prezzo dell’oro dovesse calare, per recuperare la perdita servirebbe tantissimo tempo (proprio per quella bassa volatilità che, a seconda dei casi, può rivelarsi un vantaggio o uno svantaggio). Infine non bisogna sottovalutare i costi e i rischi legati alla detenzione di oro fisico.

Dove comprare l’oro fisico

Se dopo aver valutato tutti questi aspetti è stato deciso di investire in oro fisico non rimane altro che decidere dove comprarlo. Per acquistare monete e lingotti in esenzione Iva esistono solo due canali, ovvero le banche (ma non tutte danno questa possibilità) e gli operatori professionali in oro (il cui elenco può essere trovato sul sito della Banca d’Italia). È possibile comprare lingotti e monete anche dai rivenditori autorizzati online, da zecche governative o private, dai commercianti di metalli preziosi, dai negozi di gioielleria e dai compro oro (anche se in questi casi non si può più parlare di oro da investimento esente). Sono da evitare in quest’ottica i negozi di numismatica, perché le monete che si trovano lì rientrano tra gli oggetti con finalità di collezionismo e non di investimento.

Come operare con l’oro finanziario

Abbiamo già visto che operare con oro fisico può comportare degli svantaggi. Questi svantaggi possono essere facilmente risolti scegliendo di operare con oro finanziario. Il miglior modo per operare sull’oro finanziario è usare un servizio di trading di contratti per differenza. Per fare un esempio, Plus500, uno dei migliori broker di contratti per differenza al mondo, offre una piattaforma user friendly per fare trading di oro fisico e di altre commodity. Plus500 non applica commissioni, non ha costi fissi e offre anche un conto demo totalmente gratuito per chi vuole operare con denaro virtuale. Puoi iscriverti gratis cliccando qui. Il trading potrebbe comportare delle perdite.