Criptovalute Emergenti: le migliori su cui investire

Su quali criptovalute investire quest’anno? Adesso che il Bitcoin è diventato ormai “mainstream” sono sempre di più le persone che stanno cercando di investire nelle cosiddette Criptovalute Emergenti. Per criptovalute emergenti si intendono tutte quelle criptovalute diverse dal Bitcoin che si stanno facendo strada nel mondo delle criptovalute alternative e risultano essere una ghiotta opportunità per gli investitori alla ricerca di una tecnologia interessante e di rendimenti futuri superiori alla media.

Criptovalute Emergenti le migliori su cui investire
Criptovalute Emergenti le migliori su cui investire

È ovvio che chi pensa al Bitcoin, la prima cosa che gli viene in mente è l’immagine del doblone con la grande “B” sulle due facce. Tuttavia è importante considerare che esistono moltissime altre criptovalute che ogni mese si stanno facendo strada.

Adesso è infatti possibile parlare delle criptovalute emergenti, ovvero quelle criptovalute che stanno ricevendo una grande attenzione dagli investitori di crypto, grazie al loro prezzo ridotto ed a caratteristiche tecniche interessanti.

Se ti trovi su questa pagina significa che vuoi saperne di più a riguardo e magari avere qualche consiglio di trading. Continua a leggere questo articolo per saperne di più su questo argomento molto importante.

Su quali criptovalute investire

Andiamo subito al sodo: su quali criptovalute conviene adesso investire? Attualmente il numero di criptovalute dove è possibile investire è altissimo. Tuttavia molte di queste criptovalute sono progetti campati per aria: basti pensare al CoinYe West, la criptovaluta ispirata al rapper Kanye West, criptomoneta che non ha però mai visto la luce, in quanto gli inventori furono denunciati ancora prima di rilasciare al pubblico il token.

Conviene quindi investire nelle criptovalute emergenti più celebri e sicure? Sì, ed ecco un sommario delle migliori:

  • Bitcoin Cash
  • Ethereum
  • Ripple
  • Litecoin

Queste, e molte altre criptovalute hanno una capitalizzazione di mercato che risulta essere impossibile da ignorare. Tutte le persone che desiderano investire possono farlo attraverso i migliori broker di trading online. Continua a leggere qui per scoprire tutti i migliori consigli e suggerimenti in merito.

Migliori Criptovalute Emergenti 2018

Vediamo dunque le migliori criptovalute emergenti, facendo un elenco di quelle più importanti e le relative caratteristiche tecniche.

Bitcoin Cash

La criptovaluta del Bitcoin Cash è un hard fork del Bitcoin nato l’anno scorso. Nonostante questa criptovaluta sia estremamente giovane rispetto alle altre criptovalute, è riuscita ad entrare in diretta competizione con il Bitcoin in pochissimo tempo.

In quanto trattasi di hard fork, il codice sorgente di base è praticamente lo stesso. Vediamo insieme quali sono le altre caratteristiche del Bitcoin. Prima di tutto è importante ricordare che stiamo parlando di un sistema che permette di gestire le varie transazioni in modalità completamente decentralizzata.

La differenza principale che c’è tra il Bitcoin Cash ed il Bitcoin è la dimensione dei blocchi, dove infatti sul Bitcoin Cash è molto più grande: ovvero 8 MB. Questo consente dunque al Bitcoin Cash di risultare molto più veloce nella processazione delle transazioni.

Clicca qui per negoziare Bitcoin Cash >>

Ethereum

L’Ethereum è una delle criptovalute che ha più minacciato la supremazia del Bitcoin negli ultimi anni. Tuttavia è importante specificare che con il termine Ethereum ci si riferisce principalmente agli smart contracts, per riferirsi invece alla valuta in sé si intende il termine Ether.

Come abbiamo affermato in precedenza, uno dei punti a favore di questa criptovaluta è dovuta agli smart contracts, ovvero i contratti intelligenti.

Che cosa sono i contratti intelligenti? Sono dei contratti che seguono un insieme di regole ben preciso, e da queste regole è possibile fornire degli output desiderati. Ad esempio, è possibile creare lo smart contract per il pagamento delle rate di un’automobile, nel caso in cui un mese una delle rate non venisse pagata, lo smart contract potrebbe interfacciarsi con il motore dell’auto ed impedirne l’accensione.

Gli smart contracts possono ovviamente essere impiegati per una grande varietà di altre applicazioni, nel settore della finanza, dell’istruzione, dell’energia e molto altro ancora, senza dover scomodare intermediari.

Clicca qui per negoziare Ethereum >>

Ripple

Una delle più grandi criptovalute emergenti è il Ripple, nato nel 2013, rappresenta un punto di svolta molto importante rispetto all’Ethereum ed il Bitcoin. È importante prima di tutto specificare che con il termine Ripple si intende il network, invece la valuta viene indicata con l’acronimo di XRP.

Se volessimo infatti elencare le caratteristiche principali sarà necessario partire dal fatto che questa criptovaluta non esiste in modalità cartacea ma è totalmente digitale. Il Ripple si basa sulla criptovaluta del OpenCoin, e nasce con l’obiettivo primario di risolvere alcuni svantaggi del Bitcoin.

Quali sono dunque le caratteristiche principali del Ripple? Prima di tutto c’è la possibilità di inviare pagamenti senza forma di continuità con una velocità incredibile, questa criptovaluta è inoltre in grado di abbattere i costi del sistema bancario, ed è studiata quindi principalmente per le banche.

Clicca qua per negoziare Ripple >>

Litecoin

Il Litecoin è una delle criptovalute più antiche in assoluto. Litecoin è una criptovaluta peer-to-peer ed un progetto di software open source rilasciato con licenza MIT/X11, scritto in C++.

Nata nel 2011, questa moneta virtuale ha come obiettivo principale il superamento di alcuni problemi della criptovaluta Bitcoin inventata da Satoshi Nakamoto, fornendo un codice snello e più veloce.

Se Satoshi Nakamoto aveva fissato il tetto di bitcoin da mettere in circolazione a 21 milioni di unità. Charles Lee, colui che ha creato il Litecoin, ha portato il limite a ben 84 milioni di pezzi.

Clicca qua per investire in Litecoin >>

Trading con le criptovalute emergenti

Queste sono soltanto alcune delle criptovalute emergenti più famose. L’elenco è infatti estremamente più lungo e comprende azioni come Iota, NEM, Monero, Litecoin, Ethereum Classic e molte altre ancora. Come è possibile dunque fare trading online con questi specifici asset?

Prima di tutto è importante dire che stiamo parlando di asset alquanto volatili. Solitamente questi asset seguono principalmente la quotazione del Bitcoin: se il Bitcoin sale, solitamente anche le criptovalute emergenti hanno un impulso.

Possono quindi esserci dei cambiamenti al rialzo oppure al ribasso molto repentini. Attraverso lo studio, è possibile scoprire svariati trucchi per fare trading online in modalità estremamente efficace. Uno di questi è il trading con i CFD.

Trading Criptovalute Emergenti con i CFD

Investire nelle criptovalute emergenti in modalità classica, potrebbe trasformarsi in un’operazione estremamente lenta e macchinosa. Fortunatamente con l’arrivo dei CFD è tutto diventato più semplice e oggi sono sempre di più le persone che stanno iniziando ad avvicinarsi a questo mondo.

Che cosa sono i CFD (Contract for Difference). Che cosa sono i Contratti per Differenza? Si tratta di strumenti derivati che essenzialmente replicano tutte le piccole o grandi variazioni di prezzo che possono avvenire all’interno di una criptovaluta. Il tutto può essere fatto senza il bisogno di possedere l’asset.

Per quanto invece concerne il mondo delle criptovalute emergenti, è possibile guadagnare sia nel caso in cui il mercato dovesse andare al rialzo oppure al ribasso. Le criptovalute emergenti sono dunque estremamente semplici da gestire e funzionano estremamente bene grazie all’applicazione dell’effetto leva, un moltiplicatore che permette di esporsi sui mercati finanziari con una somma generalmente più alta rispetto al capitale investito.

Grazie alla leva finanziaria, i guadagni vengono inoltre amplificati, così come le perdite. È tuttavia quindi estremamente necessario fare molta attenzione, utilizzando la leva finanziaria in combinato con stop loss, take profit ed un money management soddisfacente.

Criptomonete emergenti: i migliori broker

Quali sono dunque le migliori piattaforme per investire nelle criptovalute emergenti? Ecco quelle più apprezzate e caratterizzate da delle condizioni di trading assolutamente vantaggiose, così come dal garantire la possibilità di aprire un conto demo e una grande semplicità d’utilizzo.

eToro

eToro: questo è in assoluto uno dei migliori broker di trading online, che consente di replicare le strategie dei migliori professionisti. Grazie all’assenza di commissioni sull’eseguito, permette di fare trading online sulle criptovalute emergenti semplicemente pagando lo spread, ovvero quella piccola differenza tra bid e ask. Anche in questo caso è possibile aprire un conto demo per poi entrare in grande confidenza con la piattaforma senza dover mettere a rischio il proprio patrimonio.
Il conto demo di eToro è speculare alla piattaforma di trading reale, tuttavia crediamo che sia molto più vantaggioso iniziare subito ad alimentare il conto per non perdersi le migliori occasioni di trading. Clicca qui per aprire un conto demo gratuito con eToro >>

24Option

24Option: questa piattaforma è un’altra delle migliori piattaforme di trading online per le criptovalute. Sponsor ufficiale della squadra di calcio Juventus FC, con 24Option è possibile fare trading online su una moltitudine di criptovalute emergenti a zero commissioni e spread molto bassi rispetto alla media.
Con 24Option è possibile inoltre espandere la propria ricerca grazie agli strumenti di trading central, strumenti che consentono di ottenere delle analisi e segnali di trading in base ai mercati preferiti. Clicca qui per aprire un conto demo gratuito con 24Option >>

Lascia un commento