Capire come funziona il trading online

Moltissimi italiani, oggi come oggi, hanno voglia di iniziare a fare trading online. Sembra che il trading sia un modo semplice e sicuro per guadagnare soldi online. Purtroppo non è assolutamente così, anzi. Il trading non è un modo per fare soldi facili e si può arrivare addirittura a perdere soldi facendo trading. Molti di coloro che iniziano oggi a operare sui mercati non lo sanno e quindi quando capita loro una perdita pensano di essere stati truffati.

Il trading non è un modo per fare soldi facili o per giocare online. In effetti, fare trading online significa fare un investimento speculativo sui mercati finanziari. La speculazione finanziaria può dare risultati eccezionali ma può anche comportare delle perdite.

Questo è il punto centrale che bisogna capire, bisogna partire dalla domanda cos’è il trading online? Il fatto che il trading sia un investimento speculativo significa che i profitti potenziali sono davvero alti, possiamo dire che sono illimitati. Dall’altro lato, però, i profitti potenziali che possiamo ottenere facendo trading sui mercati finanziari sono una renumerazione del rischio di trading.

In pratica, si guadagna ma questi guadagni altro non sono che un pagamento per i rischi che l’investitore corre operando sui mercati. In finanza, di solito, il rischio e il rendimento sono sempre correlati. Per questo motivo, chi investe in titoli di Stato tedeschi, ad esempio, ottiene un rendimento nullo o addirittura negativo. C’è la certezza assoluta di rientrare in possesso dei propri soldi perché la Germania è un paese solido e serio. Viceversa, nel caso di titoli di Stato italiani, gli interessi ricevuti sono più alti perché c’è il rischio concreto che l’Italia, un giorno, decida di non pagare più i suoi debiti (magari perché preferisce pagare il reddito di cittadinanza in modo da ottenere il consenso elettorale).

Nel caso del trading online i profitti sono davvero elevati perché si rischia di perdere il capitale. Non dobbiamo, però, nemmeno esagerare con l’allarmismo. E’ vero che con il trading si può perdere denaro e che il rischio c’è sempre. Ma è anche vero che il rischio può essere adeguatamente controllato.

Uno dei migliori sistemi per controllare il rischio di trading è fare money management. Che cosa significa fare money management nel trading online? Vediamolo con un esempio concreto. Supponiamo di aprire un conto di trading con Plus500, uno dei migliori broker in assoluto per operare sui mercati finanziari. Il conto di Plus500 può essere demo (in questo caso si opera con denaro virtuale a puro scopo didattico) oppure reale. Si può aprire un conto reale con Plus500 con un capitale di appena 100 euro.

Supponiamo di aprire un conto di trading reale con un capitale di 100 euro. Supponiamo di effettuare un’operazione utilizzando come importo proprio 100 euro e supponiamo che l’operazione vada male. Con Plus500 è possibile stabilire uno stop loss, cioè una perdita massima che siamo disposti a subire. Supponiamo di aver dimenticato anche questo passaggio (deve essere un giorno davvero sfortunato). Qual è il risultato finale? La perdita di tutto il capitale.

Ora supponiamo di vivere la stessa giornata super sfortunata e di investire solo 10 euro per ogni operazione fatta. Che cosa succede? Che se tutto va storto (ma deve andare storto veramente tutto) si perdono 10 euro. Il capitale da 100 euro scende a 90 e si possono fare numerose altre operazioni per recuperare le perdite.

Quello che abbiamo fatto nel secondo caso è money management: abbiamo suddiviso il capitale in piccole quote in modo tale che se anche qualcosa va male, possiamo avere munizioni per recuperare.

Ovviamente il nostro è un esempio estremo: è sempre assolutamente consigliabile impostare gli stop loss in modo da minimizzare le perdite.

Trading online truffa

Purtroppo però questi concetti non sono noti a tutti, anzi. Per molti il trading online è una sorta di truffa legalizzata che fa perdere solo soldi. Il problema è l’ignoranza di fonto delle persone: queste persone non capiscono che la perdita che si può subire quando si fa trading può essere normale. Attenzione: di truffe con il trading online in giro ce ne sono e possono essere anche pericolose.

Il modo per evitare questo tipo di truffe è semplice: quando si inizia a fare trading, è sempre opportuno verificare che la piattaforma scelta sia autorizzata e regolamentata. Le piattaforme autorizzate e regolamentate, infatti, in nessun caso sono truffaldine visto che sono sotto il controllo costante e severissimo delle autorità di controllo (la CONSOB per quanto riguarda l’Italia).

Un modo altrettanto semplice per evitare le truffe è quello di non cadere nelle trappole tese dai truffatori che promettono guadagni facili, sicuri ed immediati. Di solito, questi truffatori creano siti web ben fatti dal punto di vista del marketing, dove spesso raccontano la storia di persone comuni che grazie al trading online hanno risolto i loro problemi economici e sono diventati ricchi.

Ovviamente si tratta di bugie: sappiamo già che con il trading online non si diventa ricchi facilmente. Si può diventare ricchi, è vero, ma ci vuole impegno, pazienza, determinazione. Il grande Warren Buffett, per dire, è diventato uno degli uomini più ricchi del mondo proprio grazie al trading. Ma ci ha messo una vita intera ad accumulare il suo sconfinato patrimonio.

In ogni caso, ribadiamo che non sempre una perdita equivale ad una truffa: è possibile perdere soldi perché si è fatta una previsione sbagliata sull’andamento dei mercati. Molti trader principianti, purtroppo, ai primi soldi persi pensano di essere stati truffati.

Molte discussioni che possiamo leggere sui forum a proposito di persone che hanno perso soldi con il trading online sono proprio orginate da persone che non sanno nemmeno cosa sia il trading e che al primo centesimo perso vanno sui forum a scrivere che sono stati truffati.

Trading online demo

Tutti coloro che desiderano iniziare a fare trading online dovrebbero cominciare con un conto demo. In questo modo avrebbero la possibilità di provare il trading con un conto demo. Potrebero guadagnare o perdere denaro virtuale e in questo modo potrebbero capire se il trading online fa o meno per loro.

Certo un conto demo non è completamente adatto a insegnare che cos’è il trading online. Il problema di fondo è che manca completamente l’aspetto psicologico. Quando si opera sui mercati finanziari, infatti, si ha sempre paura di perdere denaro e voglia di guadagnare sempre di più. Questo effetto psicologico condiziona pesantemente l’operatività del trader. I grandi trader sono proprio coloro che imparano a controllare le loro emozioni.

Con un condo demo non ci sono emozioni, purtroppo, e quindi non è nemmeno possibile imparare a controllarle…

Lascia un commento