Come operare sul Forex

Come operare sul Forex

All’interno di questa nostra mini-guida ci occuperemo di capire come operare sul Forex nel modo più semplice e indolore possibile. Noi di Trading Online Guida siamo sui mercati finanziari da molti anni ormai, e oggi ci sentiamo finalmente pronti per consigliare come operare sul forex in maniera seria e sicura.

Il trading di valuta estera sul mercato valutario, chiamato anche trading forex, può essere un hobby elettrizzante e una grande fonte di guadagno. Per dirla in prospettiva, il mercato dei titoli scambia circa $ 22 miliardi al giorno; il mercato forex scambia circa $ 5 trilioni al giorno. Puoi scambiare forex online in diversi modi.

Comprendere la terminologia base del forex

Il tipo di valuta che stai vendendo è la valuta di base. La valuta che stai acquistando è chiamata invece la valuta di quotazione. Nel forex trading, vendi una valuta per acquistarne un’altra. Ad esempio, se si compra EUR/USD significa che si compra EURO e si vendono Dollari.

Il tasso di cambio è l’informazione principale di quanto devi spendere in valuta di quotazione per acquistare valuta base.

Una posizione lunga significa che si vuole acquistare la valuta di base e vendere la valuta di quotazione. Nel nostro esempio sopra, l’obiettivo sarà quello di vendere dollari statunitensi per acquistare poi le sterline inglesi.

Una posizione corta significa che si desidera acquistare una valuta di quotazione e vendere la valuta di base. In altre parole, venderesti sterline inglesi e acquisteresti dollari americani.

Il prezzo di offerta è il prezzo al quale il tuo broker è disposto ad acquistare la valuta base in cambio di una valuta di quotazione.

L’offerta è il prezzo migliore a cui sei disposto a vendere la tua valuta di quotazione sul mercato.
Il prezzo ask, o il prezzo di offerta, è il prezzo al quale il tuo broker venderà la valuta base in cambio di una valuta di quotazione. Il prezzo ask è il miglior prezzo disponibile al quale si è disposti ad acquistare dal mercato. Lo spread è la differenza tra il prezzo bid e il prezzo ask.

Prezzi Forex Quotazioni

Il modo migliore per leggere le quotazioni di mercato è quello di aprire la piattaforma e dirigersi all’interno della lista dei mercati e delle relative quotazioni forex.

Prezzi Forex Quotazioni
Prezzi Forex Quotazioni

Sarà possibile quindi vedere due numeri all’interno della quotazione forex. Il prezzo BID/OFFERTA sulla sinistra ed il prezzo ASK/DOMANDA sulla destra.

Decidi quale coppia forex comprare e vedere

Adesso è arrivato il momento di decidere quale valuta comprare e quale valuta vendere.

Si tratta quindi di fare previsioni sull’economia. Se si crede che l’economia degli Stati Uniti continuerà a indebolirsi, e ciò è negativo per il dollaro USA sotto un punto di vista macroeconomico, allora significa che molto probabilmente si vorrà vendere dollari in cambio di una valuta da un paese in cui l’economia è forte.

  • Osserva la posizione commerciale di un paese. Se un paese ha molti beni che sono richiesti, allora il paese con molta probabilità esporterà molti beni per fare soldi. Questo vantaggio commerciale aumenterà l’economia del paese, aumentando così il valore della sua valuta.
  • Considera la politica. Se un paese ha un’elezione, la valuta del paese sarà apprezzata se il vincitore delle elezioni ha un’agenda fiscalmente responsabile. Inoltre, se il governo di un paese allenta le norme per la crescita economica, è probabile che la valuta aumenti di valore.
  • Leggi i rapporti economici. I rapporti sul PIL di un paese, per esempio, o rapporti su altri fattori economici come l’occupazione e l’inflazione, avranno un effetto sul valore della valuta del paese.

Calcolare i Profitti

Un pip misura la variazione di valore tra due valute. Di solito, un pip equivale a 0,0001 di una variazione di valore. Ad esempio, se la tua transazione EUR / USD passa da 1,55 a 1,557, il valore della tua valuta sarà aumentato di dieci pips.

Per capire il guadagno, basta moltiplicare il numero di pip che il tuo account ha cambiato in base al tasso di cambio. Questo calcolo ti dirà di quanto il conto è aumentato o diminuito di valore.

Aprire un conto di trading online

Adesso è arrivato il momento di aprire un conto di trading online. Come trovare i migliori broker in assoluto al mondo? Ecco i migliori consigli da seguire:

  1. Guarda quanti prodotti offre il broker. Se il broker scambia anche titoli e materie prime, ad esempio, sai che il broker ha una base di clienti più ampia e una portata aziendale maggiore;
  2. Leggi le recensioni ma fai attenzione. A volte i broker senza scrupoli entrano nei siti di recensioni e scrivono recensioni per migliorare la loro reputazione. Le recensioni possono consentire di conoscere un broker, ma non si dovrebbe mai prenderle troppo sul serio. Meglio seguire le recensioni e opinioni di broker come TradingOnlineGuida.
  3. Visita il sito web del broker. Dovrebbe primo di tutto risultare un sito internet professionale e i collegamenti dovrebbero essere attivi. Se il sito web dice qualcosa come “Coming Soon!” o altrimenti sembra poco professionale, meglio evitare questo broker;
  4. Controlla i costi di transazione per ogni operazione. Sarebbe necessario inoltre anche controllare i costi di transazione per i depositi, per vedere quanto ti addebiterà la tua banca per trasferire denaro sul tuo conto forex.
    Concentrati sull’essenziale. Hai bisogno di un buon servizio clienti, transazioni facili e trasparenza. Dovresti anche gravitare verso i broker che hanno una buona reputazione.
  5. Regolamentazione: questo è l’aspetto più importante, in quanto un broker dovrebbe essere sempre regolamentato.

Quali sono le migliori piattaforme per fare trading Forex?

Vediamo quindi insieme quali sono le migliori piattaforme per fare trading Forex. Vediamo insieme tutte le piattaforme.

eToro

La piattaforma di trading eToro è senza dubbio la soluzione più affidabile attualmente esistente.

Attraverso la piattaforma di eToro è possibile copiare i migliori professionisti in tempo reale ed in proporzione 1:1.

eToro ha attualmente più di 5 milioni di utenti in oltre 170 paesi. I clienti della società hanno accesso al commercio di valute, indici, CFD e materie prime. La piattaforma online di eToro attira ogni giorno migliaia di nuovi account come una delle reti di investimento sociale più importanti al mondo.

eToro ha lanciato la sua piattaforma di investimento sociale “OpenBook” nel 2010, insieme alla funzione “CopyTrading” dell’azienda. Nel 2010, eToro ha lanciato le sue prime app Android per consentire agli investitori di fare trading sui loro dispositivi mobili. Queste piattaforme innovative hanno permesso agli investitori di guardare, seguire e copiare automaticamente i migliori operatori della rete e ora sono stati sostituiti con una piattaforma eToro all-in-one aggiornata disponibile anche su Android.

CLICCA QUA PER APRIRE UN CONTO DI TRADING DEMO GRATUITO CON ETORO >>

Plus500

Plus500 è un servizio CFD. La piattaforma è regolamentata da FCA, CySEC, ASIC e altri. Importante sottolineare che facendo trading con Plus500, non si possiede e non si ha alcun diritto sulle attività sottostanti.

Con Plus500 è possibile scambiare CFD su Forex, materie prime, criptovalute, azioni, indici, ETF.

Plus500 è la migliore scelta per i trader (che non abitano in USA) di investire con una piattaforma di trading facile da usare che offre capacità di trading multi-asset. I nuovi trader possono sfruttare il tempo illimitato per utilizzare l’account demo, mentre i trader esperti possono approfittare degli spread di negoziazione dinamici. Inoltre, la piattaforma di trading Plus500 offre ai trader la possibilità di integrare le proprie operazioni in altri mercati finanziari, tutto su un’unica schermata. Complessivamente, Plus500 rappresenta una scelta eccellente per un broker online nato da poco più di 10 anni.

CLICCA QUA PER APRIRE UN CONTO DI TRADING DEMO GRATUITO CON PLUS500 >>

24Option

Essendo uno dei primi broker di opzioni binarie online, 24Option permette ai trader di ricevere un’ampia gamma di asset sottostanti, accuratamente selezionati per accogliere i trader da tutto il mondo.

L’elenco include CFD su indici azionari delle principali economie mondiali, inclusi il Dow Jones Industrials, NASDAQ, DAX, FTSE, MICEX e TADAWUL. I CFD sono offerti anche su titoli tecnologici statunitensi come Google, Facebook e Apple, nonché sulle azioni delle maggiori banche europee e della Russia, come Barclays, Deutsche Bank e Sberbank.

La società ha recentemente inserito tra i suoi servizi di intermediazione forex e CFD, che offre fino a 200:1 di leva per le negoziazioni forex, sebbene si applichino restrizioni sul trading di alcune coppie di valute. 24Option offre il trading in tutte le coppie di valute principali e secondarie che includono valute chiave da nazioni di tutto il mondo, come EUR, USD, JPY, GBP, AUD e CHF, nonché coppie di valute esotiche. I trader con 24Option hanno la possibilità di negoziare tramite la propria piattaforma proprietaria, oltre a MetaTrader4 e su dispositivi mobili che sfruttano i sistemi operativi iOS e Android.

Proprio come gli altri forex broker online, la società non addebita commissioni ai propri clienti, basandosi invece sullo spread delle coppie di valute.

24Option mette a disposizione spread di rivenditori abbastanza competitivi che dipendono dal tipo di conto del cliente.

 CLICCA QUA PER APRIRE UN CONTO DI TRADING DEMO GRATUITO CON 24OPTION >>

Strategie Forex

Una strategia forex in grado di generare profitti, è una strategia frutto di anni di studio e di testing.

Tuttavia, è sbagliato dire che una strategia vincente fa vincere sempre e comunque, su ogni trade. L’operazione in perdita può sempre arrivare, anche con la migliore delle strategie.

Quello che però è garantito è il fatto che la maggior parte (almeno più del 50%) delle operazioni porterà ad un profitto, magari anche elevato, e quindi i guadagni in media saranno molto alti.

Le strategie forex più utilizzate in assoluto sono le strategie Forex intraday. Si tratta di strategie che hanno prima di tutto un orizzonte temporale che si ferma durante l’arco della giornata. Le posizioni vengono chiuse tutte prima della notte.

Day Trading
Day Trading

Eventualmente vengono poi riprese al mattino, nel caso in cui le condizioni non vengano soddisfatte.

Segnali Forex Scalping

Lo scalping è uno stile di trading specializzato nell’assunzione di profitti su piccole variazioni di prezzo, in genere subito dopo l’immissione di un trade. Richiede che un trader abbia una strategia di uscita rigorosa, in quanto una grande perdita potrebbe eliminare i molti piccoli guadagni che il trader ha lavorato per ottenere. Avere gli strumenti giusti, come un feed dal vivo, un broker ad accesso diretto ECC e molta resilienza per piazzare molti scambi è necessario affinché questa strategia abbia successo.

Strategie Forex Forum

Conviene andare sui forum per ottenere informazioni circa le strategie forex oppure per ottenere dei segnali forex?

Chi scrive sui forum, non è in realtà un vero trader e non fa del trading la sua professione, a differenza dei siti web o dei blog di settori come TOG, dove esistono dei controlli qualità editoriali e i redattori sono solitamente dei trader navigati.

Quindi è prima di tutto fondamentale considerare che ci scrive sui forum può non essere chi dice di essere, mentre potrebbe essere invece un bambino.

In generale, poi, è necessario effettuare un controllo anche sui segnali o sulle strategie anche se a proporli è un vero professionista. Come operare sul forex? Se si desidera investire in modalità manuale, è importante studiare approfonditamente i mercati e la piattaforma. In caso contrario ci si può affidare anche al copytrading, lasciando fare tutto ai migliori professionisti, generando delle rendite passive.

Crypto Unlocked è una truffa o funziona davvero? Recensioni e opinioni

crypto unlocked

Moltissimi lettori ci hanno richiesto informazioni su Crypto Unlocked, un presunto metodo miracoloso in grado di generare profitti elevatissimi: Crypto Unlocked fa guadagnare davvero oppure è una truffa? E’ possibile diventare ricchi con le criptovalute con Crypto Unlocked?

Leggi tuttoCrypto Unlocked è una truffa o funziona davvero? Recensioni e opinioni

Imposta di Bollo Deposito Titoli

Imposta di Bollo Deposito Titoli

L’imposta di bollo deposito titoli è arrivata con il Decreto Salva Italia, che ha introdotto a tutti gli effetti una tassazione completamente nuova all’interno degli strumenti finanziari, sui conti correnti bancari e sui conti di deposito titoli sotto forma di imposta di bollo deposito titoli all’interno dei conti correnti, sui certificati di deposito ed all’interno dei prodotti finanziari.

Questa tassa si è “evoluta” svariate volte. Tuttavia, con la revisione del 2014, ha introdotto numerose novità.

Imposta di Bollo Deposito Titoli
Imposta di Bollo Deposito Titoli

Questo significa che, con i prodotti finanziari verrà pagata un’imposta di tipo proporzionale dello 0,15% per quanto concerne dal 2013 in poi (e 0,20 dal 2014 in poi), anche per tutte quelle persone non soggette ad un obbligo di apertura di un conto di deposito e con un importo minimo pari a 34,20 euro oppure un massimo di 1200 euro (dal 2014 l’importo minimo di 34,20 euro è stato eliminato per tutti i titolari di un conto deposito oppure di un conto deposito titoli inferiore a 17.100 euro).

Ricordiamo inoltre che l’imposta di bollo verrà applicata a tutti gli strumenti finanziari tranne che per i fondi pensione e quelli sanitari. Sono inoltre compresi anche i buoni fruttiferi postali con una soglia di rimborso pari a 5 mila euro.

Chi deve pagare l’Imposta di Bollo Deposito Titoli?

Adesso passiamo ad uno degli argomenti più dibattuti. Il testo della modifica proposta al senato prevede che:

“L’estratto conto o il rendiconto si considerano in ogni caso inviati almeno una volta nel corso dell’anno anche quando non sussiste un obbligo di invio o di redazione. Se gli estratti conto sono inviati periodicamente nel corso dell’anno, l’imposta di bollo dovuta è rapportata al periodo rendicontato. Se il cliente è persona fisica, l’imposta non è dovuta quando il valore medio di giacenza annuo risultante dagli estratti e dai libretti è complessivamente non superiore a euro 5.000”.

Su cosa si deve pagare l’Imposta di Bollo Deposito Titoli?

Imposta di Bollo Deposito Titoli
Imposta di Bollo Deposito Titoli

Vediamo dunque insieme su cosa è necessario pagare l’imposta di bollo deposito. L’imponibile della nuova imposta di bollo sarà necessario pagarla sul totale dei prodotti finanziari detenuti presso il solito gestore.

In pratica quindi, l’imposta viene pagata su:

  • Conti e certificati di deposito (sia liberi che vincolati presso poste e banche);
  • Sulle azioni ed obbligazioni;
  • Participazione al capitale sociale in aziende;
  • Quote dei fondi comuni di investimento mobiliare ed immobiliare;
  • Titoli di stato;
  • ETF;
  • Polizze assicurative (tranne quelle sanitarie)
  • Quote dei fondi pensione;

Imposta di Bollo Deposito Titoli (in parole povere)

Evoluzione Imposta di Bollo Deposito Titoli
Evoluzione Imposta di Bollo Deposito Titoli

Se tutto il testo scritto in precedenza vi è sembrato troppo “complicato da capire”, ecco un riassunto di come funziona la tassazione.

La tassazione, prima di tutto “colpisce” persone fisiche con conti al di sopra dei 5000 euro, ed ammonta a 34,20 “minimo” oppure 1200 euro come massimo.

Dal 2014, l’imposta minima di 34,20 è stato eliminato per tutte le persone titolari di un conto deposito o di un conto deposito titoli più piccolo di 17100 euro.

“L’estratto conto, compresa la comunicazione relativa agli strumenti ed ai prodotti finanziari, anche non soggetti all’obbligo di deposito, si considera in ogni caso inviato almeno una volta nel corso dell’anno nonché alla chiusura del rapporto, anche nel caso in cui non sussista un obbligo di invio. Se le comunicazioni sono inviate periodicamente nel corso dell’anno, l’imposta di bollo dovuta è rapportata al periodo rendicontato”

”L’imposta è sostitutiva di quella dovuta per tutti gli atti e documenti firmati o emessi ovvero ricevuti dalle banche, nonché dagli uffici dell’Ente poste italiane relativi a operazioni e rapporti regolati mediante conto corrente, ovvero relativi al deposito di titoli, indicati nell’articolo 2, nota 2-bis, e negli articoli 9, comma 1, lettera a), 13, commi 1 e 2, e 14. L’estratto conto, compresa la comunicazione relativa agli strumenti ed ai prodotti finanziari, anche non soggetti all’obbligo di deposito, ai depositi di titoli, si considera in ogni caso inviata almeno una volta nel corso dell’anno. Non sono soggetti all’imposta gli estratti dei conti correnti postali che presentino un saldo negativo per tre mesi consecutivi a seguito dell’applicazione della predetta imposta e che siano chiusi d’ufficio. L’imposta è dovuta nella misura minima di euro 34,20 e limitatamente al 2012 snella misura massima di 1.200 euro. Sono comunque esenti i buoni postali fruttiferi di valore di rimborso complessivamente non superiore a euro 5.000.“

Multe e Sanzioni Imposta di Bollo Deposito Titoli

Ci sono delle sanzioni per chi non rispetta la normativa dell’Imposta di Bollo Deposito Titoli? Cerchiamo di capirlo insieme. Non esistono delle vere e proprie sanzioni, in quanto il comma 7 recita:

“Per l’omesso versamento si applica una sanzione pari all’importo non versato”.

Come evitare l’imposta di bollo sul deposito titoli?

Adesso che abbiamo capito che cos’è l’imposta di bollo sul deposito titoli, vediamo come evitare di pagare questa tassa cercando comunque di investire i propri soldi all’interno di mercati interessanti, come ad esempio quello delle azioni, indici e molto altro ancora.

Esiste un metodo, chiamato CFD, ovvero i contratti per differenza, che consentono di operare senza pagare l’imposta di bollo, così come di investire non pagando commissioni di alcun tipo.

Questo per il semplice fatto che le piattaforme top di trading online non consentono alcun servizio di trading CFD non applicano commissioni.

Vediamo dunque quali sono le migliori piattaforme di trading in assoluto.

eToro

eToro Piattaforma
eToro Piattaforma

Se si vuole investire in sicurezza, creando un un portafoglio d’investimento altamente diversificato, la soluzione ideale è quella di eToro. È necessario tenere sempre in grande in considerazione questa piattaforma se si ha intenzione di iniziare con l’esperienza di trading più semplice (grazie alle automazioni ed algoritmi che il team ha introdotto) e sicura (grazie alla regolamentazione europea CySEC) in assoluto al mondo.

eToro infatti, mette a disposizione una piattaforma di CopyTrading, che consente di copiare i migliori investitori (di azioni, forex e molto altro ancora).

Apri un conto di trading con la piattaforma di eToro, clicca qui >>

IQ Option

IQ Option
IQ Option

La piattaforma di IQ Option, broker regolamentato UE dalla CySEC, è una delle più famose nell’ambito dei CFD, in quanto consente di investire con una trade minima di 1 euro (e deposito minimo di soli 10) all’interno dei migliori mercati delle azioni, criptovalute, materie prime e molto altro ancora.

Se vuoi saperne di più su IQ Option, clicca qua >>

Plus500

Piattaforma Plus500
Piattaforma Plus500

Per i trader più esperti, consigliamo infine la piattaforma di Plus500, che consente di creare il proprio portafoglio di investimenti diversificati in maniera facile e sicura.

Anche questa piattaforma è regolamentata CySEC e consente di investire con il massimo della sicurezza in assoluto.

Il Trading online è una truffa o funziona?

trading online truffa

Il trading online è una truffa o funziona? Quante volte leggiamo sui forum o su Facebook post di persone arrabbiate intitolati “Trading online Truffa”? E poi ci sono quelli che con il trading online guadagnano oppure dicono di guadagnare. Dove sta la verità? La verità è che non tutti quelli che dicono di guadagnare guadagnano davvero (soprattutto se vendono corsi) e che ci sono anche tante truffe legate al trading. Però ci sono anche coloro che guadagnano e alcuni guadagnano maledettamente tanto.

Leggi tuttoIl Trading online è una truffa o funziona?

Trading online: i 5 segni per riconoscere le truffe

trading online truffa

Il trading online è una truffa? No, non è affatto una truffa: è una forma di investimento speculativo ad altissimo rendimento. Purtroppo, però, di truffe collegate al trading online ce ne sono davvero tante. In fondo riconoscerle è piuttosto facile, ma se si cade nella trappola i danni sono mostruosi: per questo motivo abbiamo preparato questa guida che spiega quali sono i 7 segni per riconoscere le truffe di trading (e quindi starne alla larga).

Leggi tuttoTrading online: i 5 segni per riconoscere le truffe

Previsioni Bitcoin affidabili: come prevedere l’andamento del Bitcoin

previsioni bitcoin

Come fare previsioni sul Bitcoin? E’ possibile ottenere previsioni sul Bitcoin che siano effettivamente affidabili e che consentano quindi di guadagnare quando si fa trading di Bitcoin? Sì, è veramente possibile fare previsioni accurate sul Bitcoin e, soprattutto, è possibile accedere a previsioni veramente affidabili e sicure. Ma non tutti coloro che dicono di fare delle previsioni Bitcoin affidabili sono veramente affidabili.

Leggi tuttoPrevisioni Bitcoin affidabili: come prevedere l’andamento del Bitcoin